FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3883639
Home » Enti » ENEA » Notizie » ENEA: un altro passo verso l’applicazione del CCNL EPR

ENEA: un altro passo verso l’applicazione del CCNL EPR

Siglato verbale d’accordo integrativo di quello del 15 luglio con il quale si destinano i 1.200.000 € di residui del CCI 24/6/011.

19/07/2011
Decrease text size Increase  text size

Nel incontro di trattativa di ieri, convocata come da verbale di accordo del 15 luglio scorso, per discutere della destinazione dei 1.200.000 € a trascinamento del CCI del 14/6/2011 e delle altre questioni lasciate in sospeso, si è raggiunta l’intesa sulla destinazione di detta somma.

In sostanza il verbale stabilisce che:

  • le cifra complessiva dei circa 1.600.000 € dei residui a trascinamento del 2010 è stata ripartita, secondo quanto previsto nel CCI 2006-2009 ENEA, nelle percentuali del 48% e del 52% rispettivamente fra il personale dei livelli IV-VIII e i livelli I-III;
  • il 48% della parte spettante ai livelli IV-VIII, pari a 750.000 €, è stata già in parte impegnata, con il verbale del 15 luglio 2011, alle operazioni di primo inquadramento (che interessano i livelli IV-VIII) per l’importo di 350.000 €. La parte restante di 400.000 € è stata così ripartita:
    • 200.000 € ad incrementare l’Indennità di Ente (IE);
    • 200.000 € a finanziare le opportunità di sviluppo professionale dei livelli IV-VIII, cioè gli artt. 53 e 54;
  • il 52% della parte spettante ai livelli I-III, pari a 810.000 €, è stata così ripartita:
    • 405.000 € ad incrementare l’Indennità per Oneri Specifici (IOS);
    • 405.000 € destinati a finanziare l’applicazione dell’art. 15, per lo sviluppo professionale dei livelli I-III;
  • le risorse destinate a finanziare l’Indennità di Sede di cui al vecchio integrativo ENEA, saranno riutilizzate per incrementare i valori dell’IE e dell’IOS;
  • si è fissata la prossima riunione di trattativa per il 7/9/2011 in cui definire l’utilizzo dei 7.710.000 € residui una tantum e certificati nel CCI del 24/6/2011 (che, come previsto nel CCI, non potranno che essere destinati a conguagliare l’Indennità di Ente e l’Indennità di Oneri Specifici), rideterminare il Fondo accessorio livelli IV-VIII e i trattamenti accessori per i livelli I-III al 31/12/2010, definire l’applicazione degli articoli 15, 53 e 54 di cui ai punti precedenti.

Con la firma del verbale d’accordo del 18/7/2011 si è compiuto un ulteriore passo avanti nell’applicazione del CCI 2006-2009 e del CCNL EPR all’ENEA. Il quadro che si configura non aggiunge molto rispetto al CCI ENEA richiamato, i residui erano già certi dal 18/12/2010 e certamente sarebbero stati utilizzati per il personale; la fase di certificazione ne ha chiarito l’utilizzo e ora con i due verbali si potrà applicare la Tabella d’Equiparazione. In ogni caso, di fronte a proposte poco credibili sull’utilizzo dei residui e a nessuno sforzo aggiuntivo da parte dall’ENEA, siamo riusciti a portare a casa ulteriori importanti risultati nel corso della trattativa, come l’incremento delle indennità fisse e ricorrenti, come quello dello sviluppo professionale con il quale sarà possibile dare risposte positive al problema delle anomale permanenze con le nuove regole degli EPR. Bene ha fatto la FLC CGIL, insieme alle altre sigle firmatarie, a firmare l’ipotesi di accordo del 18/12/2010, che ora va in applicazione nella forma del CCI ENEA 24/6/2011.

Alla firma della FLC CGIL, FIR CISL e ANPRI si è aggiunta ieri anche quella della UILPAUR, che aderisce anche al CCI 2006-2009 ENEA. La stessa USI-RDB con una dichiarazione al tavolo, pur non firmando l’accordo, ha avuto parole di apprezzamento per il verbale. Si tratta di elementi che confermano la bontà dei risultati conseguiti con il CCI ENEA del 24/6/2011 e ne consolidano la migliore applicazione.

La Commissione per la Tabella d’Equiparazione ha cominciato i suoi lavori ieri ed entro il mese di ottobre l’amministrazione si è impegnata ad erogare in busta paga i nuovi emolumenti EPR.

Altre notizie da:
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro

Servizi e comunicazioni

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL