FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3760921
Home » Enti » ENEA » Notizie » Incontro tra il Commissario Straordinario dell’ENEA e le Organizzazioni Sindacali

Incontro tra il Commissario Straordinario dell’ENEA e le Organizzazioni Sindacali

Resoconto

05/08/2005
Decrease text size Increase  text size

Nella mattinata di oggi si è svolto l’incontro tra il Commissario Straordinario dell’ENEA prof. Luigi Paganetto e le OO.SS. ; l’incontro fa seguito (ad onor del vero tempestivamente, dato che l’insediamento è avvenuto soltanto tre giorni fa) alla richiesta di CGIL,CISL e UIL di fare il punto con il neo Commissario sulle questioni più urgenti da affrontare e sulle prospettive a breve termine per l’ENEA ed i suoi dipendenti.

Dopo la presentazione formale ed i saluti di rito, il Commissario, coadiuvato dal Direttore Generale f.f. ing. Lelli, ha illustrato brevemente alle delegazioni sindacali (erano presenti CGIL, CISL, UIL, CISAL e FALERA, con l’ANPRI ricevuta da sola in successione) le linee guida del suo mandato che ha sottolineato è a termine (4 mesi): ricostruzione di un clima di fiducia e di collaborazione nell’Ente; normalizzazione dei rapporti nella struttura organizzativa; focalizzazione della “mission” dell’ENEA e del suo ruolo peculiare nell’ambito della ricerca, per lo sviluppo e l’innovazione al servizio del Paese; particolare attenzione alle problematiche del personale (rinnovo contrattuale e collocazione di comparto, problema del precariato, risorse per il rilancio e la valorizzazione delle competenze).

Le sigle presenti hanno, a turno, esposto le loro posizioni sui temi più impellenti, in primis il rinnovo contrattuale e la collocazione dell’ENEA, il suo ruolo e le sue prerogative, evidenziando significative convergenze ma anche differenti punti di vista sul modello contrattuale futuro e sulla gestione di questa fase transitoria.

Noi, per parte nostra, abbiamo sottolineato che le questione prioritarie sono:

· l’emanazione urgente da parte dell’Ente dell’Atto di Indirizzo, per l’avvio formale delle trattative in ARAN, con l’esplicito riferimento al modello contrattuale del Comparto degli Enti Pubblici di Ricerca (come approdo dopo il contratto-ponte 2002-2005) e la destinazione di risorse aggiuntive per l’opportuno reinquadramento del personale;
· la ridefinizione del ruolo dell’ENEA nell’ambito della ricerca pubblica, in una logica di sistema che ne valorizzi pienamente le potenzialità e le competenze;
· la elaborazione di una strategia forte sulla questione dei precari, attraverso un piano di assunzioni straordinario (come è avvenuto all’ISTAT) che permetta di dare risposte concrete ai tanti giovani ricercatori e tecnici che costituiscono linfa vitale per il futuro dell’Ente.

L’incontro è terminato con il reciproco impegno delle parti a proseguire in un clima di fattiva collaborazione e nell’ottica di corrette e fruttuose relazioni sindacali; il Prof. Paganetto ha poi concluso dando alle OO.SS. presenti appuntamento ai primi di settembre, per approfondire meglio i temi trattati e cominciare ad individuare le possibili soluzioni a breve termine.

Roma, 5 agosto 2005

Altre notizie da:
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro

Servizi e comunicazioni

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL