FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3883606
Home » Enti » ENEA » Notizie » ENEA: al via l’applicazione del CCI 24/6/2011 sulle tabelle d’equiparazione con il CCNL Ricerca

ENEA: al via l’applicazione del CCI 24/6/2011 sulle tabelle d’equiparazione con il CCNL Ricerca

Firmato dalla FLC CGIL il 15 luglio un verbale d’intesa sull’utilizzo dei residui 2010 come certificarti dal CCI 24 giugno 2011, che conferma la bontà del lavoro fatto in sede di contrattazione sulle tabelle d’equiparazione.

18/07/2011
Decrease text size Increase  text size

Con delibera commissariale si è costituita la commissione di cui all’art. 16 del CCI ENEA 24/6/2011, che lunedì 18 luglio inizierà a lavorare all’assegnazione dei nuovi profili EPR, con l’obiettivo di consentire già a fine settembre l’erogazione degli stipendi secondo le nuove procedure. Nel corso della riunione di trattativa del 15 luglio è stato firmato dall’ENEA e dalla FLC CGIL, FIR CISL e ANPRI un verbale d’intesa che consente di rassicurare l’amministrazione sulla copertura finanziaria alle operazioni di primo inquadramento e definisce l’utilizzo dei residui complessivi. Infatti, secondo l’ENEA le operazioni di primo inquadramento non avrebbero potuto avere luogo senza uno specifico accordo sull’utilizzo delle risorse a trascinamento (i noti 1.600.000 €) destinato a coprirne i costi, a causa (a suo dire) dello stralcio dal CCI del fondo per il 2011 dove, come si ricorderà, era stata stanziata apposita voce di spesa pari a 180.000 €.

Pur non condividendo in pieno tale impostazione, visto che l’art. 16 è stato certificato da tutti gli organi di controllo così come è scritto e quindi è pienamente esigibile, non abbiamo tuttavia avuto alcuna difficoltà a rassicurare l’ENEA sull’utilizzo dei residui a trascinamento e di consentire la destinazione di quota parte per operazioni di primo inquadramento, che intanto sono diventate 350.000 € rispetto ai 180.000 previsti. Siamo infatti convinti che l’urgenza sull’utilizzo dei residui a trascinamento (1.600.000 €) fosse più necessaria a raggiungere l’unico vero obiettivo da parte dell’Ente della ricostruzione del “rateo” di EAR maturato (voluto stranamente anche dal Collegio dei revisori, ma poco percorribile) e consentire, con l’occasione, a qualche altra sigla sindacale di rientrare in pompa magna fra i firmatari del CCI. Ci riferiamo a chi dopo aver sparato ad alzo zero contro il CCI, oggi sembra esserne diventato il maggior difensore e non vede l’ora di rientrare.

Secondo noi invece, come detto già nel recente comunicato, è necessario tenere tutto insieme per definire la destinazione di tutte le risorse disponibili, sia dei residui a trascinamento che di quelli una tantum (puntualizzare la finalizzazione degli altri 7,7 mln €) del 2010, e per ricostruire il fondo del salario accessorio per il 2010 (con il quale ri-contrattare la destinazione delle somme già utilizzate per l’indennità di sede), atto propedeutico e necessario per definire il fondo del 2011. Altro che perdita di tempo da parte delle OO.SS. firmatarir, stiamo lavorando per la migliore integrale applicazione del buon contratto stipulato il 24 giugno!

Il verbale d’intesa stipulato infatti vincola le parti a:

  • destinare 350.000 € delle risorse a trascinamento alle operazioni di primo inquadramento;
  • confermare la destinazione già prevista nel CCI dei 7,7 mln di €, finalizzata a definire importi aggiuntivi di IEM (Indennità di Ente Mensile) e IOS (Indennità per Oneri Specifici);
  • definire in sede di contrattazione l’utilizzo degli ulteriori 1.200.000 € a trascinamento;
  • ad avviare la contrattazione per rideterminare il fondo del salario accessorio per il personale dei livelli IV-VIII del 2010, nonché ai trattamenti accessori per il personale dei livelli I-III, dove prioritariamente riconvertire le risorse per l’indennità di sede in vigore, a favore delle IEM e IOS (la rideterminazione del fondo e dei trattamenti accessori del 2010 è resa necessaria dai vincoli imposti dall’art. 9 della L 122/2010 alla crescita dei trattamenti accessori dei pubblici dipendenti per il triennio 2011 – 2013, ulteriormente prorogato al 2016 con la manovra del 2011 appena approvata).

Per l’utilizzo dei 1.200.000 € a trascinamento, la FLC CGIL ribadisce la propria richiesta di destinare tali risorse agli istituti del CCNL EPR, per aumentare le voci  fisse e continuative in primo luogo, ma l’Enea non può sottrarsi alla richiesta di contemplare risorse per gli sviluppi di carriera con le nuove procedure previste, volte a dare risposte positive anche al problema delle anomale permanenze (visto anche l’intervento del Commissario durante la riunione, in cui ha riconosciuto l’esistenza di questa problematica).

Dopo la firma del verbale d’intesa, le parti si sono riconvocate per oggi 18 luglio alle ore 16,00.

Altre notizie da:
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro

Servizi e comunicazioni

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL